La tradizione del pesce d’aprile

Pesce d’aprile: da dove nasce quest’usanza di fare gli scherzi il primo di aprile?

Come ben sapete, il 1° aprile i nostri amici si divertono a fare scherzi, raccontandoci storie assurde o spaventandoci con notizie fasulle. Quando poi ci caschiamo, ecco...

leggi di più

Pesce d’aprile: da dove nasce quest’usanza di fare gli scherzi il primo di aprile?

Come ben sapete, il 1° aprile i nostri amici si divertono a fare scherzi, raccontandoci storie assurde o spaventandoci con notizie fasulle. Quando poi ci caschiamo, ecco che ci gridano: “Pesce d’aprile!”, o come si dice qui in Alto Adige, “Aprilochs!” Ma vi siete mai chiesti da dove nasce questa espressione? La tradizione di fare gli scherzi il primo di aprile si perde nella notte dei tempi. Sul perché ci sia una data dedicata alle burle, e perché sia proprio questa e non un’altra, c’è un’ipotesi. Con l’avvento del calendario gregoriano il capodanno fu spostato al primo di gennaio, ma il cambiamento non fu recepito da tutti: coloro che continuarono a festeggiare il 1° aprile, furono additati da tutti come sciocchi di aprile.  Oltre a spiegazioni storiche e religiose (si dice che l’imperatore Augusto ritenesse il primo di aprile il giorno più sfortunato dell’anno), un’altra ipotesi suggerisce che il pesce d’aprile sia una festa primaverile simile a quella di Carnevale. Durante una vacanza nel nostro hotel a Valles con piscina avrete modo di scoprire gli usi e costumi della cultura altoatesina.

Iscrizione alla newsletter

Prenotazione Richiesta